2
ottobre
2017

Dopo Alitalia e AirBerlin fallisce anche la compagnia aerea inglese Monarch Airline. L’ennesimo colpo al trasporto aereo è arrivato nella notte quando è stato deciso di non portare oltre l’esperienza della compagnia nata 50 anni fa alle porte di Londra e con base nello scalo di Luton. Ma i contraccolpi sono fortissimi e per i clienti che hanno già effettuato 300mila prenotazioni, inizia l’incubo della ricerca del volo alternativo. Per questo, il governo inglese ha messo in piedi una delle operazioni di rimpatrio più estese e complesse dai tempi della Seconda guerra mondiale.

Il fallimento di Monarch colpisce in parte anche il nostro Paese: sono infatti cinque le rotte che dalla Gran Bretagna collegano aeroporti italiani: Roma Fiumicino, Napoli, Torino, Venezia e Verona. La compagnia sta informando tutti i passeggeri e li sta invitando a “non recarsi in aeroporto” per nessun motivo se non se si è in possesso di un volo alternativo